Un nuovo premio per Gianluca Sia

Il regista Gianluca Sia, accompagnato dal produttore Santo Spadafora, ha ricevuto al The Church Village di Roma il Premio Camomilla (che s’ispira alle virtù terapeutiche della pianta e rappresenta il concetto di solidarietà), durante il Women for Women against Violence, un evento che parla di violenza e delle sue cicatrici nel corpo e nell’anima di una donna.

Promosso dall’Associazione Consorzio Umanitas Onlus e organizzato dalla sua Presidente, Donatella Gimigliano, in collaborazione con Avs e PiùAthena eventi, il charity event, Patrocinato dalla Rai, dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, dalla Regione Lazio e dalla FERPI, è stato presentato dalla giornalista del Tg1 Emma D’Aquino con l’obiettivo, anche, di sostenere due associazioni, Salvamamme per la Valigia di Salvataggio e IncontraDonna Onlus. Oltre a “Stay On! Io Resto qua!” nel corso della serata sono stati presentati altri due contributi video, il corto” Oltre la finestra”, prodotto e diretto da Francesco Testi e patrocinato da Amnesty International e il nuovo spot della Valigia di Salvataggio di Salvamamme, con Barbara De Rossi e Alessio Boni per la regia di Marco Santoro.

Consegna del premio “Camomilla”

Per la qualità del progetto al giovane regista calabrese Sia è stato assegnato il “PREMIO Camomilla”, realizzato dal laboratorio del maestro orafo Michele Affidato e consegnato dalla conterranea giornalista del Tg1, Cecilia Primerano. I pochi minuti visti di “Stay On! Io resto qua! “sono stati molto esaustivi nel prepararci al viaggio in cui la pellicola ci accompagnerà, dimostrando di essere un prodotto di qualità fine. Un video asciutto e diretto, in cui si è notata la concentrazione degli attori, tra i quali spiccano Stefania Mangia, Rino Amato, Andrea Marozzo, Andrea Giuda, Marco Tiesi, Amelia Smolinska, Pino Torcasio e Patrizia La Fonte.

Non proprio un trailer quindi, ma un video promozionale che ha voluto omaggiare tutti coloro che hanno collaborato attivamente al progetto, dagli attori alla troupe, passando alla colonna sonora originale firmata dal giovanissimo Roberto Maguzia alla fotografia di Mauro Nigro, finendo al trucco delle Paint Up – Make Up Academy e tante altre personalità che come loro hanno sposato la giusta causa del film. Un film che cerca di trovare dei barlumi di speranza e soprattutto di positività in un trauma come il cancro. La malattia è vista non come una fine ma forse un nuovo inizio, un invito a guardare la vita in modo diverso e soprattutto a non darla mai per scontata.

Il riconoscimento è andato, inoltre, alla modella e ambasciatrice di Miss Italia contro la violenza Gessica Notaro, al prof. Michelino De Laurentiis, Direttore dell’unità operativa complessa di oncologia senologica dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” di Napoli e responsabile della ricerca del vaccino contro il tumore al seno, al Direttore Centrale DAC – direzione anticrimine, Prefetto Vittorio Rizzi, al Direttore Scientifico del mensile Ok Salute, prof. Antonino Di Pietro, alla giornalista Paola Ferrari, all’attore Francesco Testi, alle presentatrici Veronica Maya, Rossella Brescia, Elena Santarelli e Valeria Graci.

Tra gli ospiti anche Patrizia Mirigliani, Roberto Messina, Presidente Premio Calabria D’autore, gli avvocati Massimo Gimigliano, Elena Lembo, Domenico Naccari e Fulvio Attisani, Presidente del Premio Brigantino d’oro e Vitaliano De Salazar, direttore Generale della Asl Rm/b. Al termine dell’evento un gala con degustazione delle eccellenze calabresi con i prodotti di Calabriafood e Borgo dei Vinci.

Gianluca Sia

Essere un Filmaker vuol dire, prima ancora di produrre, di avere un bisogno quasi fisiologico di conoscenza e di analisi multisfaccettata del mondo esplicito ed implicito che si cela aldilà del grande o piccolo schermo. Da questo nasce la mia passione, enfatizzata dal percorso di studi ed esplosa sia nel lavoro che nella vita sociale; ammetto di essere un po' nerd, ma mi piace l'idea di avere un peso sui miei amici per quanto riguarda la scelta del film o della serie TV che vale la pena guardare.